News

Mostra FABULAE Vernissage

Mostra FABULAE Vernissage

Archivio eventi

Continua la mostra, fino al 7/02
Corso Sicilia 91
FABULAE Vernissage con opere pittoriche di Franco Corradini e poesie di Angelo Scandurra.

Dopo il grande successo, la mostra viene prorogata fino al 07 febbraio

fabulae

Raccogliamo l’invito a brindare «per l’angelo ucciso ai bordi del cielo»: nel modo in cui racconta il verso di Angelo Scandurra simbionte al tessuto pittorico di Franco Corradini, e posti, ambedue, nel catino del sacro banchetto. Parole sonoramente volte all’orecchio, o lungo le travi del cuore, mondate da quella die spannung, cioè da quella ‘tensione’, richiesta dalla narratologia della ‘fabula’, in quanto tutto, qui, si scioglie (ammesso che un intreccio fosse pertinente a testi e tavole) in un lacustre rasserenamento; nessuna climax, ma una lieve quanto limpida pausa emozionale alimentando, così,

 

l’affabulazione, la riflessione: un radunare le foglie vive dell’intesa spirituale al fine d’un felice, luminoso patto con se stessi…
Aldo Gerbino

FRANCO CORRADINI, pittore e incisore, è nato a Borgonovo, Piacenza, dove vive. Dal 1988 fa parte degli artisti della galleria Carzaniga & Ueker di Basilea. Le sue opere sono state esposte in numerose capitali europee, tra cui: Parigi, Praga, Basilea, Barcellona, Berlino, Zug, Lugano, Milano, Venezia, Genova. I suoi lavori figurano in diverse collezioni pubbliche, sia in Italia che all’estero. Nel campo dell’arte sacra, l’artista ha realizzato cicli di dipinti e di vetrate nelle Diocesi di Piacenza-Bobbio, Modena, Milano, Tortona, Perugia, Rieti, Bologna. Ha partecipato alla Biennale di Venezia 2011.

ANGELO SCANDURRA è nato ad Aci S. Antonio, vive a Valverde (CT). Promotore del “Gruppo Teatro Nuovo” e direttore della rivista “Il Girasole”, nel 1986 ha fondato “Il Girasole Edizioni”, che accoglie testi di poesia, narrativa e saggistica.
Fervido animatore di iniziative culturali, fra le sue opere ricordiamo: per la poesia, Fuori dalle mura (Sciascia, Caltanissetta 1983 – finalista Premio Viareggio), L’impossibile confine (Piero Manni, Lecce 1989, Premio Cilento-Pinto. Finalista Premio Viareggio-Rèpaci), Trigonometria di ragni (Scheiwiller, Milano 1993), Criteri di fuga (Passigli, Firenze 1998), Il bersaglio e il silenzio (Passigli, Firenze 2003); per la narrativa: Appunti per un colloquio forzato (La Vita Felice, Milano 2000), dalla quale è stato tratto il testo teatrale Per un colloquio forzato e Quadreria dei poeti passanti (Bompiani, 2009).